mercoledì 12 febbraio 2020

Kandharasana o Setubandhasana -Il ponte siamo noi-

Kandharasana o Setubandhasana

-Il ponte siamo noi-





Quale è la rilevanza del nostro esistere in rapporto allo scorrere del tempo?

Per quanto ci riguarda il tempo è infinito e ci troviamo a sperimentarne un periodo che va dalla nostra nascita alla nostra morte.

Cosa sia accaduto prima della nascita e cosa succederà dopo la morte non è dato saperlo con certezza, sta di fatto che è sempre più accreditata l'ipotesi che arriviamo con un bagaglio ricco di informazioni provenienti sia dal DNA sia dalle caratteristiche dei genitori, a loro volta plasmati dall'ambiente e dalla società in cui sono vissuti.

Quindi si arriva con un bagaglio, la struttura umana; lo si elabora e lo si usa per rappresentare attività chiamate vita; non ci è dato sapere esattamente dove andranno a finire queste attività ma in un modo od in un'altro determineranno le condizioni generali e personali di ciò e di chi verrà dopo di noi.

Poco o tanto siamo determinanti rispetto al futuro che sarà.

Ci troviamo quindi a collegare il passato al futuro con questa nostra stessa vita.

Ecco perché possiamo somigliare ad un ponte che collega il passato col futuro.

La qualità della nostra vita determina quindi la qualità di ciò che sarà.

La nostra vita ha le sembianze di un ponte tra passato e futuro e la qualità del ponte condiziona e determina la qualità di quello che arriverà sull'altra sponda del tempo.


Si partecipa al divenire in ogni caso, sia quando ci occupiamo della manutenzione del ponte sia quando lo dimentichiamo.